Davvero vince chi ha piu tifo e non un serio programma?


Riassumendo.
La destra italiana nasce come sostenitrice di valori come il conservatorismo (la Patria, la fede, la famiglia, l’ordine sociale), il nazionalismo (l’autorità statale contro la frammentazione politica, la guerra come affermazione del prestigio nazionale ecc…ecc..

La sinistra è legata alle ideologie socialiste e marxiste. Il socialismo nasce come corrente di pensiero che auspica uguaglianza economica ed abbattimento delle divisioni sociali, con il tempo riassume tutte le lotte operaie dell’800 e si fa portavoce del malcontento e dello sfruttamento delle classi disagiate. Il marxismo nasce come dottrina economica che considera importante la condivisione degli strumenti di produzione, considerata dai suoi teorici (Marx ed Engel) come tappa della evoluzione sociale.

Oggi rappresentano due dinosauri estinti, la storia, e’ materia per pochi studiosi, per la grande maggioranza … tra Napoleone, Il faraone e Pantalone…son tutti costumi dei film da ridere….

Ormai la politica e’ espressione di movimenti “estetici” o “tematici’ in quanto chi vota, vota per motivi completamente diversi da quelli di inizio 800 (voto…molto limitato, spesso segreto) quando nacque l’idea di destra e sinistra, di inizio 900 quando le classi sociali iniziarono meglio delinearsi ed identificarsi quali entità’ e tra gli anni 30 e 70 dopo la spartizione del mondo nei due blocchi rappresentativi del “comunismo” e del “capitalismo:

leggendo i principi da cui scaturiscono la destra e la sinistra ci si accorge che sono tutti principi che in linea di massima sono se non realizzati, ormai metabolizzati. l’uguaglianza delle classi, il socialismo, il nazionalismo e quant’altro.
Oggi dividere l’arco parlamentare ancora per destra e sinistra e’ alquanto démodé…o fuori luogo, una mera tradizione. All’inizio furono i Radicali, che si posero si a sinistra ma spesso avanzavano lotte con principi trasversali, poi arrivo la lega… anche li ne dx ne sx.. più a dx per convenienza politica in quanto nelle valli, al Bossi la chiesa ed i cattolici venivano utili…
oggi, il grillismo .. (che non e’ un movimento che si oppone all infibulazione come dice Sgarbone) altro movimento trasversale.
nel mezzo, ci sono gli uomini, i figuri… Berlusconi che ha portato un marketing politico molto spinto, tanto da creare falsi miti o meteore tipo Corona…

tornando al core business, il voto del 4 Marzo comunque sarà’ un voto espressione di concetti di livello amministrativo, del day to day. Non vedo nessuna presa, anche sui social su componenti politiche strutturali, debito, lavoro giovanile, costo del lavoro, sicurezza strutturale dei cittadini, immigrazione.
A complicare lo scenario, come un dipinto dell’Arcibaldo si dovranno delineare le figure da particolari e dettagli ai più indecifrabili. Il Rosatellum e’ una creazione che permette a chiunque di interpretare 1 voto di differenza quale la vittoria globale e strategica. Una minKiata fatta ad arte per chi sa scrivere e leggere il politichese. cioè nessuno in quanto alla fine, sono tutte supercazzole.

Alla fine conta o stato generale della Nazione. Dopo 10 anni da una crisi finanziaria mondiale che ha fatto i danni che tutti conoscono, finalmente i numeri iniziano a voltare al meglio. Si poteva fare meglio? avrebbe potuto andare peggio? io do le due tesi al 50-50… siamo dove siamo e l’ultimo governo, seppur non uscito dalle urne, ha dato prova di resilienza e capacita’ esecutiva.

Non credo che possa avere un espressione politica diversa da quella messa in campo negli ultimi 25-30 anni, sarà’ un melting pot dei partiti tradizionali, probabilmente ripuliti da personaggi discutibili alla Raggi o Verdini. Ritengo che alla fine prevarrà’ la capacita’ di mediazione e collante istituzionale di Mattarella e le soluzioni potranno essere solo due, un governo entro 2-3 mesi dopo il 4 marzo, o un rinvio a nuove elezioni con un incognita, la possibilità’ che si crei un governo di scopo per rifare una legge elettorale più sensata.

Come noto, non nascondo il disappunto per incarichi al M5S, le ragioni le ho già tutte espresse in precedenza.